CORONAVIRUS: Uno studio SPAGNOLO analizza l’influenza delle misure di contenimento e della consapevolezza sociale del virus.

ECCO PERCHÈ I DATI DEI DECESSI E DEI CONTAGI VENGONO RESI PUBBLICI IN TEMPO REALE CONTRARIAMENTE A QUANTO ACCADE PER LE NORMALI INFLUENZE.

Uno studio matematico condotto da due ricercatori del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di La Rioja analizza l’influenza delle misure di contenimento adottate dal governo e della sensibilità sociale nella diffusione della pandemia.

Nel documento “Analisi della possibile evoluzione dell’epidemia di coronavirus COVID-19 mediante un modello SEIR”, José Manuel Gutiérrez e Juan Luis Varona, professori dell’Area di matematica applicata, conducono uno studio qualitativo basato su un modello epidemiologico ben consolidato.

Il modello matematico sviluppato stabilisce, attraverso equazioni matematiche, la relazione tra la velocità di trasmissione (parametro principale della diffusione della malattia) e misure come l’isolamento della popolazione o la sensazione pubblica di rischio.

Questo lavoro non prevede cifre specifiche (durata dell’epidemia, picco massimo, ecc.), ma mostra inequivocabilmente l’andamento della curva di espansione di COVID-19 con e senza misure di contenimento. Il “picco” sale molto bruscamente (l’epidemia si espande in modo esponenziale) senza misure; Adottandoli, quella curva è molto più lineare e la pandemia rallenta.

Il parametro più influente è la velocità di trasmissione, che misura la probabilità che una persona sana che potrebbe ammalarsi si infetti quando viene a contatto con una persona infetta. Questo parametro indica quanti incontri tra sani e malati finiscono per contagiarsi, secondo i ricercatori.

Milanesi ai navigli nonostante le misure di contenimento

Al momento, e senza un vaccino disponibile, non è possibile attenuare la virulenza del virus, ma è possibile ridurre il numero di incontri: minore è meglio è. Il tasso di riproduzione di base viene calcolato da questo tasso, dividendolo per il dato di recupero. Più si avvicina a 0, più siamo vicini all’eliminazione dell’epidemia.

Il Coronavirus risveglia il muscolo assopito del podismo in tutta Italia

“La velocità di trasmissione può essere adattata artificialmente se vengono prese misure di contenimento (protezione e isolamento) e se la popolazione accetta e si conforma ad esse”, ha dichiarato il professor José Manuel Gutiérrez e il professor Juan Luis Varona.

Uno dei fattori che influenzano questo tasso è il rischio di pericolo percepito dalla popolazione, come conseguenza di casi critici noti e morti. Più è diffuso ed incisivo, più le misure di contenimento sono prese seriamente e più rigorosamente sono rispettate. Il modello mostra anche una prima fase di riduzione del tasso di infezione, che tende a rialzarsi nei giorni in cui la popolazione si rilassa.

“È chiaro che le misure di contenimento che sono davvero efficaci, sono quelle che consentono di far diminuire il” picco “e che lo allontanano nel tempo. Inoltre, l’effetto delle misure non è immediato, ma occorrono giorni per diventare evidenti”, affermano. ricercatori.

Sebbene la quantificazione dell’effetto di misure concrete di contenimento adottate da un governo sia impossibile da prevedere, “qualunque esso sia, il suo effetto sarà positivo e, se la valutazione quotidiana dei dati epidemiologici mostra che non è sufficiente per quello che si intende raggiungere, le misure possono essere rafforzate “, aggiungono.

Questi dati scientifici servono a confermare l’efficacia delle misure di contenimento e aiutano a sensibilizzare la popolazione: ogni volta che uno dei parametri studiati diminuisce, la diffusione è meno virulenta. Più si riduce la velocità di trasmissione, prima si fermerà la pandemia.